maggio 4, 2017

AMEN – Religione e religiosita’ nell’ arte contemporanea

AMEN – Religione e religiosita’ nell’ arte contemporanea

L’Associazione Culturale Vincass Arte vi informa che si terrà a Gela presso l’Ex Chiesa di San Giovanni Battista, recentemente restaurata, una Mostra d’Arte Contemporanea dal titolo ” Amen, religine e religiosità nell’Arte Contemporanea ” a cura di Danilo Mendola.

 

Mostra d’Arte Contemporanea dal titolo “Amen, religione e religiosità nell’Arte Contemporanea” è stata organizzata dalle associazioni “Vincass Arte” e “Uncle Jack” a cura di Danilo Mendola. In mostra, nei locali della ex Chiesa di San Giovanni Battista a Gela, opere di artisti che provengono da diversi mondi culturali, che si interfacceranno con un tema molto sentito da sempre nella storia dell’arte. Tema centrale di questa mostra, sarà appunto la Religione che, secondo Platone, è la festa per antonomasia. Nella terra dove religione è Folklore, costume, ma soprattutto, richiamo alle antiche tradizioni, questo percorso espositivo invita il visitatore/osservatore, a concentrarsi sulle vibrazioni emozionali trasmesse dagli artisti per mezzo delle opere e a percepire il vero significato religioso, che non può e non deve soffermarsi all’immagine più consona del nostro modo di vedere ma, al senso più ampio che qualsiasi forma e/o nome ad essa viene attribuito.Molte sono le opere inedite che verranno esposte e, molti, sono i nomi degli artisti contemporanei che parteciperanno alla mostra quali Daniele Alonge, Angelo Barile, Giuseppe Brugioni, Momò Calascibetta, Roberto Collodoro, Lorenzo Ciulla, Leonardo Cumbo, Max Ferrigno, Sergio Fiorentino, Luigi Giocolano, Emanuele Giuffrida, Piero Guccione, Corrado Inturri, Giovanni Iudice, Sebastiano Parasiliti, Domenico Pellegrino, Fortunato Pepe, Michele Principato Trosso, Alice Valenti, Giuseppe Veneziano e Domenico Zora. L’evento sarà ospitato presso l’ex Chiesa di San Giovanni Battista, recentemente restaurata, vernissage Giovedì 6 Aprile alle ore 19. Dal 7 al 18 Aprile dalle ore 16 alle 20, la mattina aperto su appuntamento.

Maggiori info ai numeri in locandina

 

In mostra opere di artisti che provengono da diversi mondi culturali, che si interfacceranno con un tema molto sentito da sempre nella storia dell’arte.

AMEN Religione  e  Religiosità  nell’Arte Contemporanea:

E’ affascinante e curioso osservare, quante sono le immagini e i modi di percepire la “spiritualità” che appartengono all’immaginario collettivo e come le mani e il pensiero degli artisti ne rappresenti di volta in volta, soggettivamente i vari aspetti, della realtà. La religione è anche, soprattutto, in Sicilia Folkrore e costume, un misto tra riti, appunto, religiosi e pagani, della gente , che porta impressi nelle antiche tradizioni, che si tramandano oralmente, la fierezza della sofferenza, dell’ironia e della devozione in senso lato. La religione o meglio ancora le religioni, ormai vivono parallelamente alla normale vita sociale, soprattutto negli occhi e nelle gesta della gente umile, nelle rappresentazioni ad esse collegate. Per Platone la festa per antonomasia è quella religiosa, è il giorno del rapporto con la divinità. In una più ampia prospettiva antropologica, tratti comuni dei nostri comportamenti possono essere a volte ritrovati in culture geograficamente agli antipodi, che non hanno mai avuto contatti diretti tra loro. Nelle Pasqua cristiana si rinnovano annualmente le vicissitudini mitiche già esistente in quasi tutte le antiche civiltà nelle quali si narrava di una dea ( che i Romani chiamavano Cerere, i Babilonesi Ishatar, i Frigi Cibele, i Greci Demetra gli Egizi Iside) che piangeva la morte e assisteva alla rinascita di una divinità che era la personificazione della natura ed in particolare del grano. L’opposizione ricorrente è quella dell’estate e dell’infermo, dell’interminabile lotta fra il bene e il male che riprende a pieno titolo la lotta primitiva e solenne tra la vita e la morte. In questo percorso espositivo, il visitatore/osservatore, viene invitato a concentrarsi sulle vibrazioni emozionali trasmesse dagli artisti per mezzo delle opere e a percepire il vero significato religioso, che non può e non deve soffermarsi all’immagine più consona al nostro modo di vedere ma al senso più ampio che è l’Amore di Dio qualsiasi forma e o nome ad esso venga attribuito.

Per info e contatti : Mendola Danilo 3408098836 mail: vincassrestauri@tiscali.it

Blog
Share: / / /

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *