Super Pop Zoo
06/07/15 Blog , Mostre

Super Pop Zoo

SuperPopZoo,
i super eroi animale

Dal 10 Luglio al 26 Luglio

Vernissage venerdi 10 Luglio ore 18

11665586_892339800859221_4926860840208218029_n Animal Liberation Front, 2012, acrylic on canvas, 20x40
a cura di Christian Gancitano, un evento d’Arte NeoPop di Associazione Atelier Spazio Xpò ,
in collaborazione con IF Magazine e POP UP REVOLUTION

Alessandria diventa per 3 settimane il centro italiano del NeoPOP e delle ultime tendenze artistiche.
Un evento artistico e culturale che, con grande senso dell’immenso valore del patrimonio storico artistico, riqualifica grazie al Comune, al Sindaco e alla lungimiranza dell’Assessore ai Beni e Politiche Culturali una location di eccezione, un ex complesso conventuale dell’era pre-globalizzazione che diviene “luogo di culto e di cultura” dove trova sede perfetta la Vocazione pop e la Devozione figurativa dell’arte di oggi.

LA MOSTRA E I SUOI PROTAGONISTI

Super Pop Zoo è , oltre che una grande mostra anche un evento, con 20 artisti professionisti italiani e internazionali di alto livello, riconosciuti nella scena dell’arte contemporanea, ci raccontano la loro personale visione del mondo Fantastico o quotidiano del Super eroe Animale, tra ironia, divertimento, disincanto e anche un po’ di provocazione: lo zoo dei super eroi, la super fauna, il super potere animale come la vista, la forza, l’istinto, la resistenza o la saggezza che ognuno di noi ha sempre desiderato avere.
Un insieme di linguaggi, suggestioni e poetiche diverse legate tra loro dalla scelta della figura come media e dal media mix che ci riporta ai mondi del fumetto, della comunicazione social network, della pubblicità, della moda e del design, ultime tendenze artistiche visionare che si posizionano nell’ambito della globalizzazione delle icone, delle immagini laddove la differenza tra marketing, brand e fine arts si assottiglia sempre più.

La metamorfosi ha sempre fatto breccia nell’immaginario collettivo occidentale e orientale, da Ovidio agli HENTAI (che significa proprio metamorfosi se si leggono i caratteri ideografici che compongono questa parola giapponese, nota altrettanto quanto altri label come Manga e kamikaze) possiamo affermare l’esistenza di una globalizzazione millenaria dell’immaginario artistico che si ispira al connubio UOMO/ANIMALE.
Oggi, proprio mentre Marvel, Lucas e Pixar si uniscono all’impero di Disney contro il regno di Hello Kitty e Pokemon e persino le grandi catene di super market celebrano le saghe dei supereroi tradizionali, anche l’arte contemporanea, da qualche tempo, ha preso a occuparsi con una certa costanza degli invincibili eroi multimediali e multitask che erano un tempo “solo” saghe a fumetti in bianco e nero.

SuperPopZoo. I super eroi animali, con:

Dario Arcidiacono
Angelo Barile
Sara Baxter
Bros
Alfredo Cannata
Felipe Cardeña
Alex Caminiti
Antonella Casazza
Francesco De Molfetta
ph Greg
Diego Dutto
Max Ferrigno
Robert Gligorov
Hiroto Kitagawa
Anna Muzi
Tomoko Nagao
Pao
Max Papeschi
Domenico Pellegrino
Omar Ronda

no responses
Tavola Imbandita – Tavola Bandita
04/07/15 Blog , Mostre

Tavola Imbandita – Tavola Bandita

Tavola imbandita Tavola bandita
Collettiva di arte contemporanea su etica ed “estetica” del cibo
a cura di Valeria Arnaldi
SCUDERIE DI PALAZZO CHIGI-ALBANI, SORIANO NEL CIMINO
Dal 31 maggio al 26 luglio
Inaugurazione: 30 maggio ore 18.00
 
Nutrimento, gola, cibo, dieta ma anche eccesso, da un lato. Anoressia, bulimia, disordini alimentari, chirurgia estetica, canoni estetici impossibili, dall’altro. La mostra collettiva di arte contemporanea “Tavola imbandita/tavola bandita” a cura di Valeria Arnaldi, prodotta dalla cooperativa Sociale Il Camaleonte nell’ambito delle attività del PTCM (Polo Turistico Culturale Municipale) del Comune di Soriano nel Cimino, con i patrocini di Regione Lazio, Provincia di Viterbo e Camera di Commercio di Viterbo – A sostegno morale dell’evento anche i patrocini del marchio Tuscia Viterbese e di Slow Food Viterbo che sarà protagonista di una giornata evento a tema – in linea con le tematiche proposte dall’Expo milanese, nasce con l’intento di raccontare il cibo, tra storia e attualità, canoni e gabbie del suo essere e fare icona e status, ma anche modello e prigione, in un’ampia riflessione sul sistema “food” – e sui riflettori che lo hanno portato in primo piano negli ultimi anni – per vedere l’evoluzione del concetto stesso di nutrimento.
 
Articolato in più sezioni, il percorso espositivo è concepito come una narrazione dei diversi significati del cibo, dalla sua ostentazione alla sua privazione e, in quest’ultimo caso, da quella forzata a quella d’elezione, dunque dalla fame ai disordini alimentari nell’approfondimento di un discrimine culturale che si gioca proprio “a tavola”.
Ecco appunto la tavola imbandita, forte del suo essere trofeo e immaginario, a confronto con la tavola bandita, quella negata alle donne per passerella professionale e estetica sociale. A raccontare queste antitetiche visioni sono differenti linguaggi dell’arte, tra pittura, scultura, grafica, fotografia, street art.
 
In mostra, opere di Claudio Ascenzi, Massimo Attardi, B.zarro, Lidia Bachis, Stefano Bolcato, Stefano Branca, Saturno Buttò, Alessandro Calizza, Dario Carratta, Natino Chirico, Max Ferrigno, Mimmo Frassineti, Idea Kalì, Yorgos Kypris, Nino La Barbera, Lucinda Lyons, Andrea Mete, Omino 71, Marco Paolini, Massimo Sansavini, Elio Varuna, Francesco Visalli.
 
 
Informazioni tecniche
Scuderie di Palazzo Chigi Albani, Soriano nel Cimino (VT)
Via Papacqua – Piazzale Carlo Albani, 1
Orari: Venerdì 16-19 / Sabato e Domenica 10-13 e 15-19 (gli orari possono subire variazioni in base agli eventi correlati)
Ingresso: 4,00 per l’ingresso alla mostra (per gli eventi dei weekend il costo del biglietto varia in base all’offerta)
Per informazioni: 349 8774548 – info@ilcamaleonte.it2 3 6 7
no responses
PopIcon
04/07/15 Blog , Mostre

PopIcon

Comunicazione, cultura, arte… sono tre le “stelle” che illumineranno la serata dell’evento Mediastars del 12 giugno, per celebrare la creatività dei professionisti italiani della comunicazione.

Media Star Editore invita alla Mostra collettiva Pop Icon a cura di Christian Gangitano.
Opere di Tomoko Nagao, Felipe Cardeña Street boys crew, Max Ferrigno, Giulia Oberholtzer, Carlo Cazzaniga.

One night event – Venerdi 12 giugno 2015 dalle 18
presso i Chiostri di S. Eustorgio del Museo Diocesano,
Corso di Porta Ticinese, 95 – 20123, Milano
MM PORTA GENOVA (servizio navetta gratuito)

La pubblicità e il marketing hanno sempre tratto ispirazione dall’arte. La pubblicità visiva è una forma d’arte, che attraverso la grafica e il messaggio esalta e comunica il valore del brand, alimentando un linguaggio artistico nuovo e universale. La branded art mette in scena le strategie creative dell’esaltazione iconografica del logo di prodotto, del packaging e del marchio nella sua essenza. Mediastars celebra il brand e nasce Pop Icon, un mix di oriente e occidente, classico e contemporaneo, capolavoro e genio emergente, cinema e cartoons, sacro e profano.

Ecco allora le icone micropop giapponesi di Tomoko Nagao, remake delle opere d’arte di tutti i tempi ripopolate dall’apoteosi del “packaging porn”. Le suggestioni di una generazione cresciuta a pane, manga e Guerre Stellari sono esaltate dalle creazioni di Max Ferrigno, artista lowbrow e pop surrealista. BrandedArt è nei coloratissimi collages “power Flower” di Felipe Cardeña Street Boys crew, artisti multitask che ripropongono icone dell’arte e del consumo globale in una “ripetizione differente” che sfavilla in un “kitsch colto”.

Pop Icon è anche l’eterna fanciullezza, tra Marvel e Kill Bill dei personaggi childihs, i Boollys, della multimedia designer romana Giulia Oberholtzer, quindi prende vita con il redivivo Bibendum, “l’omino Michelin” che alberga nell’immaginazione di Carlo Cazzaniga, dove l’arte è ambientata nei fotogrammi di un film noir, trattato da spot pubblicitario.

Dicono di Max Ferrigno :

E’ uno dei rappresentanti della nuova ondata pop surrealista e Low Browitaliana. Nei suoi quadri emergono spesso riferimenti al mondo dei manga e della cultura pop nipponica mixati con brand e icone dell’arte e dell’immaginario POP internazionale.
Ha lavorato anche con il linguaggio della street art e della public art.

Il suo lavoro si svolge sempre all’insegna dell’ironia e della provocazione soft, allegra, gioiosa.

Questio artista è nato a Casale Monferrato nel 1977. Comincia a lavorare come decoratore subito dopo aver conseguito il diploma artistico, riuscendo cosÌ a mantenere un forte legame con l’arte.

Nel suo piccolo laboratorio artistico, per tredici anni, da’ forma alle fantasie dei suoi sempre piu’ numerosi clienti. disegnatrompe – l’oeil per negozi e appartamenti, fondali per le agenzie di animazione, realizza scenografie per gardaland, eurodisney, miniitalia, cow boy guest. Viaggia moltissimo.

Parallelamente prende forma la prima parte del suo percorso artistico: una lunga serie di lavori dedicati al Messico, all’Africa e al Sudamerica, incentrati sul “burro”, l’asino simbolo della speranza di rinnovamento del panorama sociale, culturale e storico del mondo.

Nel 2005 la sua sensibilità artistica subisce una forte scossa, talmente forte da definire tutto ciò che aveva creato fino a quel momento “passato”. Riprende a guardare i vecchi cartoni animati giapponesi, ad ascoltare le sigle tv. Improvvisamente gli echi della memoria infantile diventano la sorgente di un’esplosione di idee e di progetti.
Inizia cosÌ la fase “popsurrealista” dell’artista, dove i personaggi dei cartoni animati, le merendine e i giochi di una generazione diventano “attori attivi” nelle sue opere in un tripudio di colori accesi, intensi e dissonanti. Un linguaggio che sembra destinato ai bambini ma che in realtà è rivolto agli adulti. Ciò che colpisce, infatti, è la forza espressiva che trapela dalle sue tele: emozioni, stati d’animo, profumi e sapori.

Nel novembre del 2010 espone la sua prima importante collezione a Milano “lessucreries”, un successo che richiama l’attenzione di molti critici e appassionati di popsurrealismo.

Partecipa a numerose collettive e personali in tutta Italia, tra le quali “Sistema Kunrei”, bi personale con Tomoko Nagao sulle sinergie tra pop art europea e giapponese, ala White Noise Gallery, Roma.

Ha partecipato al ciclo di mostre “Pop Up Revolution!”, a Milano, al Museo di Porto Cervo e a Parma.

IMG_0449 IMG_0463 IMG_0468 IMG_0470 IMG_0473 IMG_0474

 

 

no responses
AperiPOP
04/07/15 Blog , Mostre

AperiPOP

DRINK & FOOD HEALTHY insieme alle OPERE DELLA STREET ART E DEL NEOPOP migliori:
MAX FERRIGNO, TOMOKO NAGAO, PAO, BROS FELIPE CARDEÑA STREET BOYS, TV BOY, MR. WANY e altri special guest personalizzano la comunicazione e la diffusione di messaggi “positivi” attraverso l’arte, con un linguaggio impact realizzano live painting aperti a tutti e una serie di mostre POP UP dedicate o ispirate al tema.

IMG_0341 IMG_0346 IMG_0349 IMG_0350 IMG_0416 IMG_5934

no responses